Home Android Android O arriverà il 21 Agosto! E vogliamo che si chiami Oreo!

Android O arriverà il 21 Agosto! E vogliamo che si chiami Oreo!

0

Ormai i rumors erano nell’aria e adesso abbiamo la conferma ufficiale. Android O verrà svelato al pubblico il 21 Agosto, un giorno molto particolare poichè da alcune parti del mondo sarà visibile una meravigliosa eclissi solare.

A questo proposito Google ha creato una pagina ufficiale che oltre al countdown per l’evento ci fornisce anche 2 spunti di riflessione interessanti.

Come è visibile dalla pagina, l’evento non si terrà a Mountain View come al solito, ma a New York City, e la scheda dedicata interamente ad Android Assistant fa pensare a una serie di succose novità riguardanti proprio l’IA made in Google.

Nessun indizio invece per quanto riguarda il nome, che potrebbe essere OREO ma anche Orangina. Quello che invece è certo, è che inizialmente Android O sarà disponibile solo per la linea Pixel.

Per chi volesse provare con mano le funzioni di Android O sono disponibili le Beta, in attesa delle versioni stabili a questo link.

Developer Preview, cosa sappiamo di Android O?

Ripercorriamo brevemente quelle che sono le novità che sappiamo fino ad oggi:

  • Background limits: Con l’avvento di Doze, Android ha fatto un passo avanti per quanto riguarda la fluidità e l’ottimizzazione della batteria. Le app rimarranno così in background senza compromettere l’autonomia dello smartphone.
  • Canali di notifica: Gli utenti avranno un maggiore controllo sulle singole app, modificandone impostazioni e comportamento.
  • API per il riempimento automatico: Possibilità di utilizzare i password manager in qualunque parte del sistema.
  • Picture in Picture: Miglioramento del multiwindows, PiP permetterà di riprodurre video mentre si risponde ad un messaggio WhatsApp, o di qualunque altra app.
  • Risorse dei caratteri: Le app possono utilizzare caratteri diversi da quelli di sistema.
  • Icone adattive: Possibilità di utilizzare icone adattive, che si modificheranno automaticamente.
  • Supporto ai gamut di colore: Su Android O sarà garantito il supporto di AdobeRGB, ProPhoto RGB, DCI-P3, e molti altri.

Cosa ne pensate dell’avvento di Android O? Fatecelo sapere nei commenti!

Ti ricordiamo che GExperience è l’unico sito ad avere un gruppo dedicato con i propri lettori. Se anche tu vuoi entrare a farne parte e comunicare direttamente con noi ogni giorno, vai su Telegram e cerca @gexperienceit o fai un tap sull’icona a sinistra (da smartphone).

VIAAndroidworld
Mattia Delpopolo
Faentino, Classe '96 malato di tecnologia già dai primi vagiti, tutto ciò che ha a che fare col mondo Android per me non ha segreti. Faccio dell'Ironia il mio cavallo di battaglia.