Home Android Ecco il primo smartphone Lenovo con Android Stock!

Ecco il primo smartphone Lenovo con Android Stock!

0

Lenovo si è sempre distinta per usare una versione personalizzata di Android, la Vibe Pure UI, al contrario di Motorola che, seppur di sua proprietà, ha sempre utilizzato Android Stock.

Sembra però che l’intera Lenovo abbia cambiato idea e si stia dirigendo verso un OS più pulito, senza app o funzioni invasive. Il primo dispositivo nato da questo cambio di rotta dovrebbe essere il Lenovo K8 Note.

Il K8 Note è stato appena presentato in India, quindi tutte le specifiche sono confermate, anche se non si sa ancora nulla su di un eventuale arrivo in Europa. Un annuncio a questo proprosito probabilmente non si farà attendere troppo.

Specifiche

  • Schermo: 5,5” Full HD IPS (1.080 x 1.920 pixel) con densità di 401 ppi. Vetro 2,5D Gorilla Glass
  • CPU: MediaTek MT6797D Helio X23 deca-core con 2 core Cortex-A72 da 2,3 GHz, 4 core Cortex-A53 da 1,85 GHz e 4 core Cortex-A53 da 1,4 GHz
  • RAM: 3 o 4 GB
  • GPU: ARM Mali-T880 MP4
  • Memoria interna: 32 o 64 GB espandibili (con microSD fino a 128 GB)
  • Fotocamera posteriore: doppia fotocamera da 13 MP ƒ/2.2 + 5 MP
  • Fotocamera frontale: 13 megapixel
  • Batteria: 4.000 mAh
  • Dimensioni: 154,5 x 75,9 x 8,5 mm
  • Peso: 180 g
  • OS: Android 7.1.1 Nougat Stock

Insomma dalle specifiche niente di esaltante: il classico “padellone” con una batteria generosa e una doppia fotocamera posteriore, ormai immancabile.

Ma le cose interessanti sono altre: prima di tutto il prezzo. In India è venduto ad un prezzo equivalente a 173€ per la versione da 3 Gb di RAM e 186€ per la versione da 4. Se anche da noi il prezzo rimarrà sotto i 200€, senza dubbio potrà trovare una buona fetta di mercato. 

L’altra buona notizia è quella di Android Stock. Certo noi di Gexperience siamo di parte (Stay Pure, Grow The Google Experience, non è mica una frase a caso) però vedere il cambio di rotta di Lenovo non fa che ben sperare per un futuro fatto di smartphone con un robottino verde libero e pulito a bordo. Pian piano sconfiggeremo il bloatware, un OEM alla volta.

Scherzi a parte sarà interessante vedere se Lenovo accorperà Motorola, visto che le distanze tra i due si stanno sempre più accorciando, oppure succederà il contrario. La cara vecchia Moto in fondo si sta facendo sempre più spazio. Avere due OS diversi per due mercati differenti (oriente per Lenovo e occidente per Motorola) aveva un suo senso, ma adesso? Staremo a vedere!

Se vi va commentate e non dimenticate di condividere l’articolo con i vostri amici e di lasciare un “mi piace” sull’ articolo, a voi costa poco e per noi significa tanto!
 
Stay Pure, Grow The Google Experience!