Home Android Google I/O 2017: Lens, l’evoluzione del riconoscimento di immagini grazie al Machine...

Google I/O 2017: Lens, l’evoluzione del riconoscimento di immagini grazie al Machine Learning

0
Lens

Durante il Keynote del Google I/O di ieri, è apparso chiaro che il centro degli sforzi di BigG nell’anno passato è stato incentrato sul Machine Learning e la sua integrazione nei suoi servizi.

E questi sforzi, tra le altre cose, hanno portato a Google Lens, l’evoluzione di Google Goggles, app ormai dimenticata e lasciata a prendere polvere sullo Store.

Ma Lens non è un semplice aggiornamento, ma è nata innanzitutto per una totale integrazione con i vari servizi Google, che ovviamente è già in atto.

Ma andiamo con calma: esattamente cosa fa Google Lens?

Grazie al Machine learning questa app può riconoscere i soggetti fotografati, che siano persone (e quali persone, se sono nostri amici!), oggetti, monumenti e ristoranti.

Può farlo sia in tempo reale, dando dei riscontri immediati mentre stiamo inquadrando qualcosa con la fotocamera, sia su foto che abbiamo già scattato e sono in libreria.

Esempio di riconoscimento in tempo reale, integrato con Assistant

Le integrazioni che hanno illustrato, per ora, si limitano a Maps e Photos (ovviamente accessibili anche da Assistant), ma ci aspettiamo che Lens si diffonderà in quasi tutto l’ecosistema Google.

Potremo avere in diretta informazioni sui ristoranti o sulle attrazioni intorno a noi, ma anche avere dei riscontri su ciò che abbiamo già fotografato: “cos’è questa cosa che ho fotografato, la Tour Eiffel oppure il Colosseo?”. Google vi darà la risposta.

Se poi ci serve un numero di telefono in un volantino che abbiamo fotografato, ecco che potremo chiamarlo direttamente con una pressione sulla foto, oppure copiare ed incollare la password del router che direttamente da uno scatto della etichetta con tutte le informazioni.

Insomma, non ci resta che provare Lens: sarà all’altezza delle aspettative? Speriamo di sì! Non abbiamo però date ufficiali per la sua uscita, ma dovrebbe arrivare “presto”.

Per altre notizie sul Google I/O e non solo, continuate a seguirci! Potete anche guardare i nostri commenti che abbiamo fatto in live ieri.

Se vi va commentate e non dimenticate di condividere l’articolo con i vostri amici e di lasciare un “mi piace” sull’ articolo, a voi costa poco e per noi significa tanto!
 
Stay Pure, Grow The Google Experience!

Luca Rossi Ferrari
Classe '94, genovese, studente di ingegneria informatica. Appassionato di videogiochi, Android e tecnologia