[Video] Lenovo Moto Z Play: unboxing e prime impressioni!

0

Batteria di ultima generazione. Possibilità illimitate.

Questa è la frase che campeggia nella pagina web dedicata al Moto Z Play e, mai come in questo caso, lo slogan risulta più che azzeccato. Lo Z Play è infatti uno smartphone interessante che cerca di portare una ventata di aria fresca in uno stagnate ambiente tecnologico in cui la corsa alle prestazioni migliori (almeno su carta) la fa da padrona. Le premesse sono dunque ottime ma come si sarà comportato sotto le nostre grinfie? Scopriamolo insieme in questo primo contatto!

1

Lenovo, così come recita lo slogan, ha puntato tutto su due caratteristiche fondamentali: l’enorme durata della batteria (50 ore dichiarate) e le Moto Mods, ovvero una serie di moduli che permetteranno allo smartphone di diventare un proiettore, uno stereo portatile, di estendere maggiormente la durata della batteria ecc ecc. Tra queste ultime, noi abbiamo avuto modo di provare il mini proiettore (forse il modulo più interessante) di cui vi parleremo più approfonditamente nella prossima recensione.

Unboxing

La confezione è molto semplice e senza inutili fronzoli: frontalmente troviamo la scritta Moto Z Play in alto, il logo Lenovo e la scritta “motomods compatible” in basso. Lato destro e lato sinistro sono puliti, mentre sul posteriore troviamo alcune delle specifiche tecniche del dispositivo tra cui la memoria interna da 32 GB, i 3 GB di RAM e la capacità della prestante batteria (3510 mAh). Infine vengono elencate le Moto Mods compatibili con questo dispositivo: per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare questa pagina.

2Per quanto riguarda gli accessori, all’interno della confezione troviamo delle cuffie auricolari di medio-bassa fattura, una spilletta personalizzata per aprire il carrellino per Nano SIM e micro SD, una back cover magnetica ed un caricatore da muro con integrato il filo USB Type-C: per poter trasferire i vostri dati da e verso il PC, dovrete purtroppo munirvi di un altro cavo USB-USB Type-C.

_dsc2802Una dotazione dunque nella media che offre il minimo indispensabile per poter utilizzare il dispositivo; ci sarebbe piaciuto trovare nella confezione delle cuffie in ear ed un cavetto USB/ USB Type-C removibile, ma tutto sommato la presenza della back cover ci ha almeno in parte consolati.

DISPOSITIVO

3Il Moto Z Play presenta un design sobrio caratterizzato da angoli smussati e line morbide: nonostante non sia tra i dispositivi più sottili in commercio (156.4 x 76.4 x 6.99 mm per 165 gr), si nota una certa armonia nelle forme che lo rende uno smartphone piacevole da guardare. L’unica nota stonata deriva dalla fotocamera posteriore che sporge leggermente: questo piccolo dettaglio viene presto dimenticato appena si constatano le ottime prestazioni fotografiche del device. Per quanto riguarda i materiali, troviamo un corpo unibody in vetro temperato (gorilla glass) fatta eccezione per il frame laterale che è in metallo liscio: se da un lato i materiali premium impreziosiscono il dispositivo, dall’altro tendono a ridurre l’ergonomia (soprattutto per il retro in vetro). Questo problema viene risolto grazie alla back cover magnetica in dotazione che aumenterà notevolmente il grip e conferirà allo Z Play maggiore protezione: per questo motivo vi consigliamo di utilizzarla.

Sul lato posteriore troviamo la fotocamera da 16 megapixel dotata di messa a fuoco laser e doppio flash led dual tone, il logo Moto e in basso la contattiera per le mods ed il primo microfono. Il lato frontale ospita in alto la capsula auricolare (che fa anche da cassa per il multimediale), la fotocamera anteriore da 5 megapixel e il flash led. Nella parte inferiore troviamo il sensore di impronte digitali ed un secondo microfono.

6

Sul bordo inferiore troviamo l’entrata jack da 3.5 per le cuffie e quella per il cavo USB Type-C. Sulla cornice laterale destra troviamo il bilanciere del volume ed il tasto zigrinato di accensione spegnimento; vuota è invece la cornice sinistra. Nella cornice superiore troviamo il carrellino per la nano SIM / micro SD ed un terzo microfono.

PROIETTORE

Il modulo proiettore insta-share projector viene venduto in una la confezione contenente la moto mods, un sacchetto in tessuto per poterla trasportare e della manualistica varia.
12L’aggancio del pico proiettore con lo smartphone avviene attraverso i pin magnetici ed è veramente immediato: una vibrazione dello smartphone ci indicherà il corretto posizionamento.
11

Lo Z Play è sicuramente un dispositivo molto interessante: dalle nostre primissime prove dimostra una fluidità eccellente ed una batteria che sembra durare veramente tanto. Molto interessante è anche il discorso delle mods che, secondo noi, è migliore della modularità proposta da LG sul G5. Un device, dunque, che ora come ora ci piace e che ci ha già dato più che ottime impressioni sotto tutti i punti di vista: per dare un vero e proprio giudizio definitivo ci riserviamo di provarlo per qualche giorno e valutare cosi ogni singolo aspetto. Vi lasciamo intanto al nostro video Unboxing.

Julyano
Salve a tutti, sono Giuliano. Sono un ragazzo da sempre appassionato di tecnologia: ha un chip? Allora mi interessa! Adoro l'ironia e l'umorismo in generale, quindi non me ne vogliate se qualche volta mi capiterà di fare una battutina :D Che altro dire?? Forse solo.... Stay hungry sta....no ho sbagliato, volevo dire Stay Pure!