Salve a tutti cari amici e ben ritrovati con una nuova puntata di una delle rubriche più apprezzate, il GE Hacked!

Quest’oggi vi parleremo di una tecnica di hacking molto conosciuta e molto potente: l’SQL Injection. A prima impressione potrebbe sembrare qualcosa di molto difficile ma tranquilli! Dovrete avere solo un po’ di pazienza per capire alcuni concetti basilari e, per questo motivo, cercheremo di essere più chiari possibile!

Disclaimer

Gexperience.it non si assume nessuna responsabilità per un uso illecito delle nostre guide. La violazione della privacy è un reato perseguibile per legge. L’unico scopo della guida è mettere in guardia i lettori da malintenzionati attraverso la conoscenza della materia.

Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, prendi l’occasione  per comprendere. Pablo Picasso

Prima di procedere con la pratica, soffermiamoci sulla teoria, necessaria, se non fondamentale, per comprendere quanto verrà messo in atto durante questa puntata del GE Hacked.

[showad block=7]

Questa tecnica denominata SQL Injection mira a colpire le applicazioni web basate su un Database Management System di tipo SQL, vale a dire un linguaggio standardizzato per creare ed organizzare i database.

Per seguire alla lettera questa puntata vi elenchiamo  i requisiti necessari:

-Un’installazione funzionante di Kali Linux NetHunter
-Una connessione internet (WiFi o Rete Mobile, è indifferente)

Per quanto riguarda la procedura di installazione di Kali Linux NetHunter, è disponibile per Google Nexus 5, Nexus 6, Nexus 7, Nexus 9, Nexus 10 e OnePlus One, ma vi consigliamo di seguire la procedura presente sul nostro sito, accessibile cliccando qui.