[Rubrica] GE Games #29: Fallout Shelter

0

Le cose belle accadono. Di rado. Nello specifico, ogni 4/5 anni.

Fallout Shelter

Sì, esatto, sto parlando dei giochi della Bethesda. Tralasciando i giochi che rilascia tanto per sedare l’hype dei fan (Brink, Rage, Dishonored) la società statunitense pubblica le famosissime, pluripremiate saghe di The Elder Scrolls e Fallout. Mentre la prima è ambientata in un mondo fantasy, la seconda ci proietta in un futuristico olocausto nucleare in cui le uniche persone riuscite a sopravvivere alla guerra atomica tra Stati Uniti e Cina sono quelle rinchiuse nei vault, giganteschi bunker sotterranei capaci di ospitare centinaia di persone.

[showad block=10]

Ma non è il caso di proseguire in modo da evitare spoiler.

Durante l’E3 di quest’anno (la più grande convention di videogiochi al mondo che si svolge a Los Angeles) Todd Howard, CEO della divisione sviluppo software di Bethesda, ha presentato Fallout 4, la prossima incarnazione del pluripremiato franchise.

Fallout Shelter

Cosa ha a che fare questo con gexperience.it? Beh, quei simpaticoni della Bethesda, ai quali ho lasciato un sacco di soldi, hanno deciso che le ore che ho dedicato ai loro titoli (400 su Fallout 3, 500 su Skyrim e 200 su Fallout NV) non erano abbastanza, e quindi hanno avuto la brillante idea di pubblicare Fallout Shelter, un simpaticissimo gioco che ci permette di impersonare il soprintendente di un vault, in modo che la mia ragazza possa lamentarsi ancora di più del tempo che passo al PC o al cellulare (e ha pure ragione, è troppo).

Se inizialmente è stato rilasciato solo per iOS, da un paio di settimane è disponibile anche sul Play Store, in modo da far salire tutti i fan sul treno dell’hype che, ciuff dopo ciuff, si fermerà a novembre, quando Fallout 4 verrà pubblicato.

Fallout Shelter

Gameplay

Come accennato, Fallout Shelter ci mette al comando di un vault sotterraneo (è un gestionale, in fin dei conti), un bunker capace non solo di ospitare centinaia di abitanti, ma anche di provvedere al loro sostentamento. E questo è il nostro ruolo: sostenere lo sviluppo del nostro vault. Per farlo sarà necessario costruire stanze sotterranee (spendendo sempre più tappi della Nuka Cola, ottenibili facilmente giocando oppure spendendo qualcosina nelle microtransazioni), ognuna col suo scopo, scavando sempre più in profondità: avremo quindi generatori di elettricità, depuratori dell’acqua, dormitori, stanze ricreative e di allenamento.

Fallout Shelter

In parole povere, dunque, il nostro compito sarà quello di gestire la manodopera in modo da fornire sufficiente energia, cibo, acqua e buon umore all’intero vault. Molto utili i dormitori dove, assegnando una coppia con adeguato carisma, avverrà la procreazione. Questa attività è fondamentale per aumentare la manodopera. Infatti, basteranno poche ore affinchè i bambini diventino adulti e possano lavorare in una delle stanze del nostro vault. Piccola nota negativa: durante l’accoppiamento il gioco manderà a tutto schermo il dormitorio dove questo sta avvenendo rendendoci, di fatto, impossibile tenere sotto controllo il resto del vault. Altre stanze fondamentali sono il centro medico, il laboratorio e lo studio radio. Il primo ci fornirà degli stimpak (medicina utile per ripristinare la salute degli abitanti), il secondo degli RadAway (che vengono usati per ridurre le  radiazioni) mentre il terzo attirerà altri sopravvissuti. Gli abitanti che popolano il nostro vault saliranno di livello con l’avanzare dell’avventura e possiedono attributi SPECIAL, altro elemento caratteristico della saga di Fallout.

Fallout Shelter

Questi hanno valori di forza (Strenght), percezione (Perception), resistenza (Endurance), carisma (Carisma), intelligenza (Intelligence), agilità (Agility) e fortuna (Luck) che li aiuteranno a lavorare meglio nelle stanze di produzione oppure a sopravvivere più a lungo nella Zona Contaminata (che abbonda di risorse ma è anche un luogo pericolosissimo), ossia l’esterno del vault, devastato dalle radiazioni e da tutte le creature da loro prodotte: Mirelurk (ibridi tra un granchio ed un uomo, simpaticissimi), Deathclaw (delle iguane bipedi alte 2 metri e mezzo, fornite di corna ed artigli lunghi come avambracci), ratti talpa (ibridi tra un topo ed una talpa, grossi come pecore e con un paio di zanne in dotazione), scarafaggi radioattivi (prendete una blatta delle dimensioni di un cane) nonché predoni, abitanti della superficie non proprio amichevoli. Queste simpatiche creaturine non solo ostacoleranno la ricerca di risorse ed equipaggiamento che i nostri abitanti condurranno all’esterno quando li invieremo nella Zona Contaminata, ma cercheranno anche di penetrare nel nostro vault per rubare le nostre risorse ed uccidere i nostri abitanti. Ok, forse non è molto originale, ma ad un fan della saga si spezzano le ginocchia a sentire una cosa del genere.  Da segnalare la presenza costante di obiettivi, che ci faranno guadagnare dei tappi di Nuka Cola (anche questo elemento distintivo della serie Fallout), la buona integrazione con Play Games (classifiche e obiettivi) e il rapporto che, ogni giorno, il gioco stilerà sull’andamento del vostro vault (che vi premierà a seconda del parametro felicità degli abitanti).

Fallout Shelter

Tutto questo (che il mio innato dono della sintesi non vi tragga in inganno: in Fallout Shelter c’è davvero tanto da fare) è splendido, originale, divertente, ma alla lunga annoia. Ogni tanto mi sono infatti divertito a distruggere i miei vault per ricominciare il gioco, magari imparando dai miei errori. Da segnalare, inoltre, l’impossibilità di salvare la partita in cloud. Pecca che rende irrecuperabile il proprio vault nel caso vogliate cambiare dispositivo. Scocciante.

Un’ultima cosa: Fallout Shelter è difficile.

Fallout Shelter

Comparto grafico

Non ho trovato nessun difetto nella grafica di Fallout Shelter. Infatti, questa sfrutta appieno il FHD del mio Nexus 5 (ed anche il Retina del mio iPad mini).

I fan della serie riconosceranno lo stile dei disegni, quello dell’iconico Vault Boy, la mascotte della saga.

Le stanze sono ben realizzate e varie, le animazioni semplici ma piacevoli. Certo, niente di eclatante, ma comunque qualcosa di ben fatto.

Fallout Shelter

Comparto audio

Anche qui non riesco a trovare difetti: gli effetti sonori (principalmente spari) sono ben realizzati, il sottofondo è piacevole e non stanca, le singole stanze hanno rumori caratteristici (ad esempio nel depuratore c’è il rumore dell’acqua che scorre, nella centrale elettrica quello dei macchinari, ecc.). Certo, assolutamente niente di paragonabile alla colonna sonora dei titoli principali della serie Fallout, ma con un buon paio di cuffie c’è da divertirsi.

PANORAMICA RECENSIONE
Gameplay
7.5
Comparto grafico
8
Comparto audio
8
Articolo precedenteOxygen OS 2.0.1 in fase di rilascio per OnePlus 2
Articolo successivo[Rumor]Motorola Moto 360 Seconda Generazione in alcune foto
Mirco Gatto
Sono un diplomato all'Istituto tecnico informatico. Orgoglioso (fin troppo) PC gamer e dilettante scrittore, nonché grande amante della musica e della grammatica. Sostengo lo sviluppo e l'ideale del software libero, in qualsiasi forma.