Ormai ne sono conscio. Sono masochista. Ancora una volta in questa rubrica di GE andrò a recensire uno dei più popolari launcher che possiamo trovare nel Play Store. Questa volta ho deciso di recensire il primo launcher che capita scrivendo appunto “launcher” nella barra di ricerca. Ne è uscito Hola, uno dei launcher più inutili mai visti in vita mia.

Estetica

Ho cominciato a ridere di Hola non appena installato: infatti si presenta come l’ennesimo clone di iOs: fortunatamente è uno dei meno peggio. Gli assomiglia comunque in tutto e per tutto: nessun menù delle applicazioni ma tutte schiaffate sulle schermate della home, icone squadrate e dal design piatto. Vi è poi una cartella dedicata a contenere una specie infame di menù delle applicazioni (divertente è il fatto che se la si cancella non è più possibile accedere alle proprie applicazioni).

hola 3
Ancora questa cosa, davvero?

Funzionalità

Hola è carente sotto tutti i punti di vista: per quanto riguarda le funzionalità, beh, non ce ne sono. Non è presente un menù delle impostazioni del launcher (gravissimo, per quanto mi riguarda), niente gesture, i widget sono organizzati malissimo, è presente quello stupido pulsante che si propone di svuotare la RAM (quante volte dovrò dire che è solo uno specchietto per le allodole). In compenso alcune simpatiche funzionalità sono scaricabili come “DLC” (hahahaha), come ha descritto un utente. Doppio tap per spegnere lo schermo e i badge di notifica (penso che ci siano dittature in Africa con meno problemi di queste componenti).

hola 4
Uno dei tre inutili market proprietari.

Personalizzazione

A parte le solite cose, Hola non permette alcun tipo di personalizzazione: cambiare lo sfondo (non appena si installa Hola esso provvede a mettere il suo, che fastidio),  ordinare le icone e cambiare gli effetti di transizione. In compenso vi sono 3 market proprietari (non uno, ma tre) che rispettivamente permettono di scaricare temi, scaricare applicazioni (le stesse del Play Store, quindi questo è completamente inutile) ed un altro che permette di gustarsi un sacco di pubblicità di applicazioni cinesi ( <3 ).

hola 1
Pubblicità, wow <3

C’è poi una icona chiamata “Mi sento fortunato” che apre una pagina casuale del Play Store (ho visto cappellini per cani più utili di questa cosa).

Prestazioni

Per quanto riguarda fluidità e semplicità, Hola è almeno decente: è molto leggero e difficilmente soffre di rallentamenti, questo lo devo dire.

 

Pro:

– molto leggero.

Contro:

– traduzione in italiano assolutamente patetica;

– ennesimo clone di iOS;

– tutte le funzioni extra devono essere scaricate a parte;

– market proprietario clone del Play Store;

– market per i temi;

– nessun menu delle impostazioni;

– invasivo.

 

PANORAMICA RECENSIONE
Estetica
4
Funzionalità
3
Personalizzazione
4
Prestazioni
6
Articolo precedenteAndroid 5.1.1 “LMY48B” presto per Nexus 5
Articolo successivoFoxconn investe in Cyanogen
Mirco Gatto
Sono un diplomato all'Istituto tecnico informatico. Orgoglioso (fin troppo) PC gamer e dilettante scrittore, nonché grande amante della musica e della grammatica. Sostengo lo sviluppo e l'ideale del software libero, in qualsiasi forma.