Home Android TWRP: Installazione & utilizzo!

[GUIDA] TWRP: Installazione & utilizzo!

11

Carissimi amici di GE, oggi abbiamo deciso di spiegarvi, nel modo più semplice possibile, come installare una custom recovery (nello specifico la TWRP) ed utilizzarne tutte le funzioni principali.

Ma cos’è una custom recovery?

Si tratta di una modalità di avvio del device, indipendente dal sistema operativo principale, che permette di ripristinare, installare o cancellare dati di sistema. A differenza della recovery “stock”, le custom permettono di avere accesso a molte funzioni in più: prima fra tutte l’installazione delle famose “custom Rom”.

custom recovery

Una delle custom recovery più note e complete è senz’altro la TWRP, acronimo di Team Win Recovery Project.

I suoi creatori iniziarono il progetto partendo dalla recovery AOSP (Android Open Source Project) modificandola e aggiungendo nuove funzioni. Oggi, l’attuale versione offre un’esperienza d’uso impareggiabile grazie ai suoi menù intuitivi e alla navigazione attraverso touch.

Inoltre, grazie alla sua struttura in XML, è possibile modificare ogni singolo aspetto dell’interfaccia, offrendo un numero infinito di personalizzazioni.

Bene, dopo questa “breve” introduzione, passiamo finalmente all’installazione!

I requisiti sono:

-Bootloader del device sbloccato;

-Recovery TWRP per il nostro dispositivo (più avanti spieghiamo dove reperirla);

-Permessi di root abilitati;

-Fastboot installato sul computer.

Iniziamo!

Per prima cosa, rechiamoci sul sito ufficiale e scegliamo dalla lista il nostro dispositivo, dunque scarichiamo il file della recovery.

Riavviamo il nostro dispostivo in modalità fastboot e nel prompt dei comandi digitiamo:

fastboot flash recovery nomefile.img

dove sostituiremo “nomefile.img” con il nome del file relativo alla TWRP.

cmdUna volta terminato il processo, ci basterà riavviare il cellulare in recovery per poter vedere la seguente schermata:

Screenshot_2015-02-24-06-45-34Per comodità, abbiamo posto dei numeri in rosso su ogni blocco di opzioni.

1) Menù install

2In questo menù, tramite tap e scroll sulla barra laterale, saremo capaci di flashare (installare) qualunque file .zip o .img presente sul nostro device!

Tips & Tricksutilizzate il sottomenù “Images…” per selezionare e flashare i file con estensione .img (es. file di recovery).

2) Menù Wipe

wipeQuesto menù ci permette di effettuare delle vere e proprie pulizie di primavera sul nostro device, quindi è d’obbligo conoscerne il suo funzionamento.

Abbiamo  tre opzioni:

  1. Advanced Wipe;
  2. Format Data;
  3. Factory reset

L’ultima opzione, come possiamo intruire, ci permette di effettuare un classico factory reset per riportare il nostro Android alle condizioni di fabbrica.

Prendiamo in esame i rispettivi blocchi di operazioni.

Advanced Wipe

advanced

Eccoci in uno dei menù più utili di tutta la recovery.

Imparando ad utilizzarlo, sarete capaci di “pulire” le principali aree del sistema operativo:

  • Dalvik Cache (cache della runtime Dalvik)
  • System (partizione relativa al sistema)
  • Data (dati memorizzati nel device)
  • Internal Storage (dati personali come foto, musica, ecc)
  • Cache (cache delle applicazioni)
  • USB OTG (memoria esterna connessa con un cavetto OTG)

Ci basterà quindi selezionare con un tap [X] l’opzione desiderata e fare uno swipe.

Format Data

dataIn questo caso è possibile fare un format della partizione data, cancellando di conseguenza tutto ciò che è relativo alle app, ai dati (musica, immagini, ecc). Per farlo, è necessario scrivere “yes” nel campo vuoto e tappare su Go.

3) Menù backup

backupUtilizzando questo menù potremmo eseguire il backup delle partizioni: tappiamo sul nome [X] e salviamo con il classico swipe sul perno con la freccia.

4) Menù restore

restoreDopo aver eseguito un backup (come abbiamo visto sopra) lo troveremo qui nell’elenco, tappiamo su quello desiderato per ripristinarlo.

5) Menù mount

mountVi state chiedendo a cosa serve? Bene, questo è un menù che ci permette di montare le partizioni da noi scelte sul computer mentre il device è connesso tramite cavo usb.

MTP è la modalità che ci lascia visualizzare e modificare i file nella partizione Data.

Anche in questo menù ci basta tappare sui nomi [X] per montare la partizione scelta.

6) Menù settings

settingsQuesto menù ci permette di personalizzare le impostazioni della TWRP.

Ricordiamo che le modifiche vengono salvate anche se aggiornate la recovery.

7) Menù advanced

advancedsettingsData l’importanza di questo menù, ci soffermeremo un po’ di più nella speranza di dipanare ogni dubbio e perplessità.

Copy Log to SD

Necessaria per copiare i file di LOG (utilizzati per visualizzare cosa accade nel sistema in determinati momenti) nella SD per poter essere successivamente analizzati.

Fix Permissions

Opzione necessaria per sistemare i permessi delle app dopo dei flash (lo sviluppatore avverte sempre se è necessario riparare i permessi).

File Manager

Ci permette di visualizzare i file all’interno del nostro device (occhio, tutte le partizioni risultano modificabili).

Terminal Command

Il terminale, utile per eseguire comandi.

Reload Theme

Ricarica il tema originale.

ADB Sideload

Opzione utile per inviare un zip al telefono e flasharlo allo stesso momento utilizzando sul pc il comando fastboot:

adb sideload file.zip

Con questo è tutto, il team di GoogleExperience vi augura buon proseguimento! Se avete ulteriori suggerimenti o problemi non esitate a commentare e contattarci, risponderemo tempestivamente.

Lorenzo Baldari
Mi chiamo Lorenzo, ho 16 anni e sono pugliese. Mi piacciono lo sport e la tecnologia; da sempre appassionato a tutto ciò che ha a che fare con i sistemi *unix. Ho un OnePlus One e tanta, tanta passione per il modding :)