[Rubrica] GE Games #25: MLG Simulator

2
La lettura è consigliata ad un pubblico maggiorenne.

Internet può fare male, molto male. Questa settimana la rubrica GE Games di GooglExperience, che ad ogni episodio propone la recensione di uno dei giochi disponibili sul Play Store che più ci hanno colpito, ci porta negli antri più oscuri di internet, dove le persone sono essenzialmente cattive e fanno cose cattive. MLG Simulator, il gioco che andiamo a recensire oggi, è un geniale parodia della cultura degli FPS (“first person shooter”, nabbi) nata con giochi come Call of Duty. Anzi, ruota completamente attorno alla cultura di CoD, sfottendo i nabbi e il loro atteggiamento, facendo una intelligente parodia di tutti i luoghi comuni che la caratterizzano: volgarità, violenza, l’erba, l’assenza di un minimo di decente rispetto per la grammatica, Shrek, Sanic, Snoop Dog. Una geniale ed ilare parodia della cultura di Call od Duty, completamente inaccessibile a tutti coloro che non ne sono immersi fino al collo.

Gameplay

Prima di andare nei dettagli è necessario avere un’idea ben precisa di cosa sia un quickscope: urbandictionary è lenitivo in tal senso. E’ caldamente consigliato leggere anche le voci correlate.

mlg simulator 1Il gioco è di per sé semplicissimo: prendere a colpi di quickscope i bersagli che ci si avvicinano man mano.

Il nostro avatar è immobile: dobbiamo solo spostare la visuale orizzontalmente e premere il tasto per fare fuoco col giusto tempismo, in modo ad far esplodere in luoghi comuni i nostri oppositori; dallo screenshot si evince chiaramente: il logo del KFC, dell’xBox, della Major Leauge Gaming (MLG, appunto), Obey, Steam, Guy Fawkes e tanti, tanti altri.

mlg simulator 3Poi, colpendo con successo i nostri bersagli, riempiremo una barra rossa in sovrimpressione che, se riempita, ci dona dei bonus non indifferenti. Più colpi riusciremo a mettere a segno di fila, maggiori saranno le ricompense che otterremo: infatti, come su CoD, una killstreak ci regala una cassa contenente un bonus, che può renderci immortali, rallentare i nemici o addirittura colpirli al posto nostro.

mlg simulator 4Ovviamente, tutto questo non è assolutamente fruibile da un utente medio, il quale non capirebbe ne apprezzerebbe l’ironia che MLG Simulator è capace di esprimere. Questo avviene fumandosi una canna (come nello screenshot), evocando Sanic o ricorrendo al potere degli Illuminati.

Voto: 9

Comparto grafico

Lo sniper che andremo poi ad utilizzare è poi cambiabile: sono disponibili i più famosi fucili di precisione tratti dai più disparati episodi della saga di CoD, dall’iconico Intervention al MSR di MW3. Anche l’ambientazione può essere cambiata, passando dalla casa di Shrek, l’immaginaria magione di Snoop Dog e un campo di erba.

mlg simulator 2Ovviamente, scordatevi grafica in 3D o simili. Tutto in 2D, nudo e crudo, a tutto vantaggio della leggerezza del gioco e dell’ironia.

Voto: 9

Comparto audio

Il comparto audio è semplicemente geniale: raccoglie tutte le espressioni ormai divenute gergo comune nella community di CoD, come “HEADSHOT, BITCH” oppure “GET NOSCOPED, GET NOSCOPED!”. Storia, cazzo. Non c’è niente di meglio che prendere a colpi di quickscope Shrek mentre un bambino con evidenti problemi nel gestire la rabbia ti urla nelle orecchie “MOM, GET THE CAMERA”.

Voto: 9

 

Pro:

– geniale parodia della cultura degli FPS;

Contro:

– assolutamente non fruibile da un utente medio.

 

Download

PANORAMICA RECENSIONE
Gameplay
9
Comparto grafico
9
Comparto audio
9
Mirco Gatto
Sono un diplomato all'Istituto tecnico informatico. Orgoglioso (fin troppo) PC gamer e dilettante scrittore, nonché grande amante della musica e della grammatica. Sostengo lo sviluppo e l'ideale del software libero, in qualsiasi forma.