[Rubrica] GE Games #24: Godus

0
“Godus: Like Skyrim but you’re the the ninth god” – 14/10 IGN

Come ogni settimana, la rubrica GE games è dedicata all’esperienza gaming fruibile dalla piattaforma Android. Questo fine settimana andiamo a recensire un gioco sbarcato da poco sul Play Store, davvero capace di offrire  un’esperienza di gioco davvero unica e particolare, assolutamente da provare: il titolo in questione è Godus, una vera perla nel panorama videoludico su Android.

Gameplay

Tipizzare Godus è davvero difficile: presenta elementi sia di gioco di strategia, che di “punta e clicca” ma anche di avventura. L’esperienza che offre è davvero unica e merita ampiamente di essere provata. Partendo dal principio, quello che salta subito all’occhio sono gli elementi di gioco di strategia perfettamente realizzati: l’obiettivo del gioco è far crescere e prosperare la civiltà umana, ripercorrendo le tappe della storia della sua evoluzione. Partendo dalla preistoria, è necessario aiutare i primi uomini a colonizzare il vastissimo mondo di gioco che, come se fossimo delle divinità, potremo plasmare a nostro piacimento, in modo da favorire ulteriormente lo sviluppo dell’umanità. Questo elemento è già di per sé estremamente interessante: montagne e fondali marini sono a nostra completa disposizione ed il tutto è a portata di un paio di dita, anche se con un po’ di macchinosità. Questo è comunque un limite minuscolo e non intacca le infinite potenzialità che Godus può offrire.

godus 1

In quanto divinità, è nostro dovere costruire case in cui far abitare i nostri fedeli, creare i campi che andranno a coltivare, guidarli in spedizioni marine e difenderli dalle incursioni dei barbari. Tutto questo potrebbe diventare alquanto confusionario, ma fortunatamente interviene un sistema di tutorial (molto ben integrato) capace di seguire il giocatore durante i suoi progressi, aiutandolo ad evitare danni che potrebbero davvero avere conseguenze importanti. Il tutorial è sempre molto presente e limita il gameplay pur non offuscando l’esperienza di gioco. Davvero eccezionale.

godus 2

Con l’aumentare della nostra esperienza aumenteranno anche i nostri poteri di divinità: saremo infatti capaci di creare strutture più efficienti, plasmare diversi tipi di terreni ed ambienti e continuare a far evolvere la civiltà umana. I nostri poteri aumentano collezionando delle speciali carte, ottenibili sia col proseguire della storia che trovandole nel mondo di gioco nascoste all’interno di forzieri.

godus 3

È poi necessario che i nostri fedeli siano sempre felici in modo che la loro venerazione nei nostri confronti possa continuare a crescere. Infatti, senza i punti che la loro fede ci fornisce non sarà possibile creare strutture o modellare il terreno.

godus 5

È davvero impossibile descrivere con poche parole l’esperienza che Godus fornisce: profonda, illimitata, personale, longeva.

Voto: 9

Comparto grafico

Il motore grafico che spinge Godus è qualcosa di eccezionale: i tempi di caricamento ricordano quelli dell’Esodo, ma il gioco vale la candela. Solo un dispositivo di fascia alta (il solito Nexus 5 di prova, in questo caso) riesce a far girare Godus decentemente e alle volte è addirittura necessario ridurre i settaggi grafici.

godus 6

Comunque, la grafica rimane eccezionale: modelli poligonali molto ben realizzati, colori accesi, vividi e realistici. Le sagome spigolose di cui sono composti tutti gli elementi grafici possono apparire come pigrizia degli sviluppatori, ma anzi, contribuiscono a rendere ancora più unica l’esperienza di gioco offerta da Godus.

Voto: 9

Comparto audio

Godus eccelle sotto ogni punto di vista, colonna sonora inclusa. Gli effetti sono realizzati magnificamente, dal semplice suono riprodotto quando si seleziona un edificio al rumore del terreno che si plasma sotto le nostre dita. Il sottofondo è poi estremamente rilassante, come una canzone della buona notte, ed è da gustare tutta in cuffia.

Voto: 8

 

PANORAMICA RECENSIONE
Gameplay
9
Comparto grafico
9
Comparto audio
8
Mirco Gatto
Sono un diplomato all'Istituto tecnico informatico. Orgoglioso (fin troppo) PC gamer e dilettante scrittore, nonché grande amante della musica e della grammatica. Sostengo lo sviluppo e l'ideale del software libero, in qualsiasi forma.